Language and login selector start
lingua
Deutsch
English
Español
Français
Italiano
Language and login selector end

TEFAF Maastricht (The European Fine Art Fair)
08.03.-17.03.2002


The Temple of the Yves, Nice 1997 130 x 110 cm courtesy Collectie Drs Loek Brons

Grande diversificazione e oggetti di elevatissima qualità in mostra a TEFAF Maastricht nel 2002

I più grandi collezionisti e appassionati d’arte e d’antiquariato hanno già annotato la data sulle loro agende: 8-17 marzo 2002 è infatti la data in cui si svolge la quindicesima edizione di TEFAF Maastricht. TEFAF (The European Fine Art Fair) si è attestata tra le più importanti e prestigiose Fiere al mondo, decisamente una di quelle a cui non si può mancare. Quest’anno saranno 201 gli espositori provenienti da 13 nazioni diverse che esporranno oggetti d’arte e d’antiquariato straordinari per qualità, diversità e numero. Non saranno infatti soltanto i capolavori di Rembrandt, Rubens, Cranach, Van Gogh e Picasso ad attrarre i collezionisti, ma anche le sculture di Rodin e di Bugatti così come i manufatti Sumeri, i vasi dell’antica Grecia, gli oggetti d’arte cinesi, i mobili inglesi e francesi del XVIII secolo e una eccezionale collezione d’arte Classica Moderna e Contemporanea.
Quest’anno la Fiera rimarrà aperta un giorno in più rispetto alle precedenti edizioni. Aprirà infatti al pubblico venerdì 8 marzo 2002. Questa edizione si arricchisce di sei nuovi espositori.

Antichi Maestri

Dipinti e disegni di Antichi Maestri sono per tradizione gli highlights di TEFAF Maastricht. Otto Naumann (New York) preannuncia infatti un importante dipinto di Rembrandt, un’opera di grandi dimensioni ispirata a Minerva, dea della saggezza, patrona delle arti e mestieri, abilissima nell’arte della guerra. Pur ispirandosi alla Minerva classica, quella di Rembrandt ha le fattezze di una tipica olandese: la scena è ambientata in una stanza, Minerva solleva lo sguardo dal libro che sta leggendo. Lo scudo, la lancia e l’elmetto fanno da sfondo sulla parete.
Un’opera di elevatissima qualità che si distingue tra la ricca e diversificata selezione di Antichi Maestri Fiamminghi e Olandesi è Pan and Syrinx il dipinto che Rubens ha eseguito assieme a Jan Brueghel il Giovane. Sarà in mostra alla Galerie Neuse (Brema). Altro dipinto notevole è A Wooded Landscape with Travellers on a Path through a Hamlet (Paesaggio boschivo con viandanti lungo un sentiero che attraversa un villaggio) di Meindert Hobbema. Il bosco di querce, l’elegante prospettiva, il raffinato uso della luce fanno di questa una delle opere più belle e importanti dell’artista che si ispira a Jacob van Ruisdael. L’opera, acquistata nel XVIII secolo da John Stuart, marchese di Bute, è in condizioni perfette. La si potrà ammirare nello stand di Richard Green (Londra).
In questa sezione sono anche rappresentati Antichi Maestri di altre scuole europee. Molti gli italiani che abbracciano il lungo periodo che va dal Trecento con i fondi oro, fino a Tiepolo. Nello stand di Salander-O’Reilly Galleries (New York) si potranno ammirare due ritratti dipinti da William Hogarth per i quali hanno posato le due sorelle Anne e Mary. Didier Aaron & Cie (Parigi) invece propone una scena di caccia con falchi, cani e selvaggina ambientata in un bosco dipinto da Philipp Ferdinand de Hamilton, un pittore nato a Bruxelles ma vissuto alla corte dio Vienna. Specializzatosi in questo genere di dipinti, divenne l’artista preferito dai reali e dalla aristocrazia che gli commissionò quadri di questo genere.
Bernheimer Fine Old Masters (Monaco di Baviera) ha come pezzo forte Venus with Amor, Thief of Honey (Venere con Amore, ladro di miele) di Lucas Cranach il Vecchio. E’ una raffinata rappresentazione di Venere nuda con Amore che si lamenta perché punto da un’ape mentre ruba del miele.

Arte Moderna

La Sezione Arte Moderna, è la prima volta che accoglie un così vasto numero di espositori: 32. Comprende Arte Classica Moderna e Contemporanea. Alla Kunsthandel Frans Jacobs (Amsterdam) si può trovare una delle opere più straordinarie: si tratta di Wheat-field with sheaves (Campo di grano con covoni) che Vincent Van Gogh dipinse ad Arles nel 1888. Nello stand della Leonard Hutton Galleries (New York) l’attenzione sarà invece attratta da Ritratto di donna un dipinto di Constantin Brancusi, l’artista rumeno meglio conosciuto per le sue sculture. E’ uno splendido ritratto di signora, dove prevale il colore rosso, bianco e nero, che mette in evidenza il grande senso della forma dell’artista.
Maurice Keitelman Gallery (Bruxelles) espone Concetto Spaziale. Teatrino realizzato da Lucio Fontana nel 1966. E’ una delle espressioni più importanti e rappresentative del movimento artistico internazionale Zero.

Antiquariato e Opere d’Arte

La Sezione Antiquariato e Opere d’Arte offre una vasta selezione di pezzi d’antiquariato di quasi tutti i periodi e culture: mobili, avori, porcellane europee e dell’Estremo Oriente ma anche diverse sculture. S. Mehringer (Monaco di Baviera) avrà in mostra due sculture lignee che rappresentano San Pietro e San Giovanni dormienti che originariamente facevano parte del gruppo rappresentante Cristo nell’opera The Agony in the Garden (La Passione nel Giardino) scolpito attorno al 1465 da Hans Halder di Monaco. La Galleria Kurt Spirig offre un bassorilievo in terracotta policroma smaltata: una ghirlanda con al centro il busto di Giovanni Battista giovane. Era stata realizzata a Firenze da Luca della Robbia con l’aiuto del nipote Andrea artefice del busto, mentre Luca ha decorato la ghirlanda con papaveri, mele, uva e pigne. L’idea geniale di Luca fu quella diventare uno speciale smalto trasparente per la ceramica. Ben Janssens Oriental Art (Londra) presenta un gruppo di tre musicisti in terracotta risalenti all dinastia cinese Tang (618-907 d.C). La singolarità di questo pezzo risiede nel fatto che i musicisti non sono d’etnia cinese bensì del Turkestan. Questo particolare lo si nota dai nasi appuntiti, dagli occhi infossati e dalla barba. Due suonano strumenti - liuto e tamburo - mentre il terzo canta.

Manoscritti miniati, Libri rari e Mappe

Nella Sezione Manoscritti Miniati, Libri Rari e Mappe, Dr. Jörn Günther (Amburgo) offre uno dei pezzi più antichi. Si tratta di un Antifonario Veneziano, un libro di inni per la messa e un breviario di San Marco a Venezia. Per i musicologi il manoscritto è importantissimo perché permette di avere uno sguardo sul calendario delle Feste Religiose dell’epoca e dei giorni festivi legati a nomi di Santi oltre ad essere una prima fonte per i Canti Gregoriani a Venezia. Il breviario miniato, ispirato allo stile tardo Bizantino, è considerato uno tra i più begli esemplari del XIII Secolo.

Antichità Classica ed Egizia

La sezione dedicata all’Antichità Classica ed Egizia permette di scoprire il mondo della Mesopotamia, dell’antico Egitto, dei greci e dei romani con sculture neolitiche, in marmo, vasi decorati, gioielli e bassorilievi.

La Haute joaillerie du Monde

Anche in questa edizione la Haute Joaillerie du Monde affascina con i suoi bagliori. Diversi prestigiosi orafi e gioiellieri saranno presenti con i loro preziosi oggetti.

www.tefaf.com

  • ArtFacts.Net- il tuo fornitore di servizi nel mondo dell'arte

    Sin dal 2001, ArtFacts.Net™ ha sviluppato un sofisticato database attraverso la collaborazione con gallerie, musei, fiere d’arte ed associazioni di galleristi nazionali ed internazionali.