Language and login selector start
lingua
Deutsch
English
Español
Français
Italiano
Language and login selector end

MERCATO DELL'ARTE: ART FORTNIGHT LONDON - UN BILANCIO


Video di Marina Kappo : ' Beast' nella galleria Haunch of Venison

L'evento londinese Art Fortnight, conclusosi il 5 luglio, aveva quale obiettivo principale quello di valorizzare l'importante ruolo rivestito dall'arte nella capitale multiculturale britannica. Per due settimane affermate case d'asta e gallerie si sono viste impegnate nell'esibizione e nella vendita di capolavori d'arte, dai Grandi Maestri classici agli artisti emergenti contemporanei.
Il risultato dell'iniziativa rimane tuttavia discutibile, in quanto l'evento si è rivelato una strategica operazione commerciale del mercato dell'arte piuttosto che una vetrina e un trampolino di lancio per artisti emergenti.
Il nodo focale della manifestazione si è dimostrato il volume delle vendite e nel corso delle due settimane le maggiori case d'asta londinesi coinvolte hanno concluso affari con cifre esorbitanti.
Il 21 giugno i capolavori degli artisti più prestigiosi hanno reso più di 61 milioni di sterline inglesi alla casa d'asta Sotheby. Più precisamente, il Garçon à la Veste Bleue di Amedeo Modigliani è stato venduto a 6,2 milioni di sterline, il Deux Crabes di Vincent Van Gogh ha reso 5,2 milioni e Liebespaar di Egon Schiele è stato comprato per 1,9 milioni di sterline.
Il 23 giugno le opere di Francis Bacon Three Studies of Isabel Rawstorne e Study for Self Portrait hanno fruttato rispettivamente 3,1 e 2,1 milioni di sterline alla Christies, anch'essa celebre casa d'asta.
Sebbene Art Fortnight fosse stato definito e pubblicizzato come uno dei maggiori festival internazionali d'arte, molti degli eventi erano in realtà accessibili a ristretti gruppi di 20-40 visitatori, tutti rigorosamente commercianti d'arte o rappresentanti dei circoli più esclusivi ed elitari del mondo artistico. Questa politica di chiusura e selezione dimostra di ignorare l'altra faccia della scena artistica londinese, un mondo vivace e dinamico, in cui si muovono competenti e aggiornati amanti dell'arte che investono e collezionano arte contemporanea ed emergente.
D'altra parte, alcune gallerie hanno dimostrato interesse e apertura nei confronti dei nuovi talenti e del mondo dell'arte emergente e concettuale. Una di queste, la galleria d'arte Haunch of Venison, ha inaugurato il 24 giugno l'esibizione Animals, che esplora la "diversità" del mondo animale e apre nuove prospettive sul modo in cui considerarlo attraverso le opere di 17 artisti di fama internazionale, fra cui Katarina Fritsch, Maria Kappos, Bruce Nauman, Diana Thater, Bill Viola e Rosemarie Trockel. Nel video Beast di Marina Kappo, per esempio, un felino domestico di dimensioni esagerate sembra incombere minacciosamente sul pubblico.
Al fine di rendere Art Fortnight un appuntamento fisso sul calendario annuale dei più importanti eventi d'arte, gli organizzatori dovranno rielaborare la filosofia e gli obiettivi della manifestazione, in modo da farne un mercato azionario dei grandi nomi della tradizione o un trampolino di lancio per l'arte emergente. Il mantenimento della presente formula mista porterà l'evento a perdere di efficacia e significato.

www.haunchofvenison.com
www.artfortnightlondon.com

  • ArtFacts.Net- il tuo fornitore di servizi nel mondo dell'arte

    Sin dal 2001, ArtFacts.Net™ ha sviluppato un sofisticato database attraverso la collaborazione con gallerie, musei, fiere d’arte ed associazioni di galleristi nazionali ed internazionali.