Language and login selector start
lingua
Deutsch
English
Español
Français
Italiano
Language and login selector end

Speciale Londra 2: Spielhaus Morrison a Zoo art fair


M. Claassen, Hamish Morrison, Georg Spielhaus di fronte allo Squalo di Sophia Sc

AfN: Mr Spielhaus lei è uno dei due fondatori di Spielhaus Morrison Galerie di Berlino. Può dirmi, quando avete fondato la galleria e qual è il principale approccio relativamente al programma della galleria?

Georg Spielhaus: Ho fondato la galleria insieme a Hamish Morrison nel 2002. Inizialmente abbiamo cominciato con un nucleo di pittori tedeschi formati a Dresda, ma ora ci siamo velocemente allargati ad una enorme varietà di artisti giovani o maturi internazionali che lavorano con tutti i tipi di media.

AfN: Siamo qui alla Zoo Art di Londra. È la terza edizione di una piccola fiera entro l'incantevole zoo di Londra e in co-evento con la Frieze art fair che è alla sua quarta edizione. È la prima volta che fate una fiera a Londra? E siete contenti di questa location?

Georg Spielhaus: Si, è la prima volta. Siamo stati fortunati ad essere invitati a Zoo Art Fair come una delle 4 giovani gallerie di Berlino, le altre gallerie internazionali sono 4 di Los Angeles e quattro di Città del Messico. La fiera è assolutamente fantastica. Ho sentito diverse volte dai visitatori che sono stati alla FRIEZE, che quest'anno l'hanno trovata un po' congelata. Niente di inatteso. Mentre qui hanno un programma fresco, giovane e molto dinamico. Perciò siamo abbastanza contenti di essere qui.

AfN: Ci siamo visti una quindicina di giorni fa a Berlino, alla Preview, poco prima che ti spostassi nel nuovo favoloso spazio in Heidestrasse vicino alla Hamburger Bahnhof a Berlino. Cosa ha di così speciale quello spazio?

Georg Spielhaus: Innanzitutto è un spazio nuovo per Berlino perchè Fruehsorge Galerie für Zeichnung si è spostata là e anche Haunch of Venison si trasferirà in questa location. È un nuovo e grande spazio. Il nostro ha una superficie di circa 700 metri quadri. Che ci apre una nuova dimensione per la presentazione dell'arte.

AfN: Così potrete esibire lavori più grandi, … installazioni?

Georg Spielhaus: Amplieremo il nostro programma ulteriormente. E - naturalmente - le possibilità di questo spazio sono enormi. Questo non significa che porteremo in mostra solo grandi lavori. Lavori di piccole dimensioni possono essere mostrati con grande successo all'interno di quello spazio.

AfN: Così, vi siete trasferiti, siete andati ad una fiera e ora, hai appena detto, venite direttamente da Pechino. Cosa avete fatto là?

Georg Spielhaus: Siamo stati anche alla fiera di Pechino, Art Beijing, ha avuto luogo per la prima volta ed è stata davvero una buona esperienza perchè abbiamo sentito che i collezionisti cinesi iniziano ad essere interessati all'arte contemporanea straniera. L'arte europea, che è la più grande novità su questo fronte.

AfN: Nella precedente conversazione a questa intervista, hai detto che hai venduto molto bene e che pensi che sia perchè ti sei molto preparato al mercato cinese. Puoi dirci come lo hai fatto?
Georg Spielhaus: Bene, abbiamo provato a capire - che naturalmente è un'impresa difficile - cosa potesse piacere al mercato cinese poiché il gusto è abbastanza diverso e lo è anche la concezione dell'arte. Così abbiamo provato una sorta di analisi che sarebbe potuta essere attraente per quel mercato. E fortunatamente abbiamo avuto un discreto successo.

AfN: E come l'avete analizzato? Intendo, cosa avete fatto?

Georg Spielhaus: Abbiamo chiesto a persone che conoscono quel mercato meglio di noi.

AfN: A chi avete chiesto?

Georg Spielhaus: Al sig. Alexander Ochs, anche tu lo conosci.

AfN: Ha detto pittura a olio o cosa?

Georg Spielhaus: No, no. Non è così semplice. Ci sono differenze culturali. Alexander Ochs lavora con quel mercato da 10 anni e così conosce la sensibilità culturale cinese. Abbiamo avuto un buon consulente.

AfN: Dunque, sostanzialmente non circa la tecnica. Ma sul contenuto.

Georg Spielhaus: No, la metterei più in generale, una sensazione per lo swing.

AfN: Per lo swing?

Georg Spielhaus: Cosa sta accadendo là. È più che altro una sensazione.

AfN: Non puoi essere più chiaro? Posso intrinsecamente sentire cosa potrebbe piacere al mercato cinese? Solo soggettivamente scegliendo qualcosa aldilà del programma e andare là?

Georg Spielhaus: Si, anche. Non è una cosa che può essere definite a chiare lettere. È più una questione di istinto.

AfN: È un bene avere un consulente e provare a calcolare un sentimento soggettivo e il resto è gioco d'azzardo o cosa? Perché hai detto che altri non hanno avuto lo stesso successo.

Georg Spielhaus: Si è giusto. Ho visto prima un po' di arte cinese, naturalmente, e da questo ho provato a dedurre istintivamente cosa avrebbe potuto attirare.

AfN: Hai preso le stesse precauzioni per il mercato londinese?

Georg Spielhaus: No perchè ho familiarità con il mercato europeo e con il gusto europeo. Così non ho dovuto concentrarmi sul programma. Abbiamo solo portato le nostre opere migliori. Perché conosciamo il mercato di qui che ha degli standard di qualità molto alti. Così abbiamo scelto le nostre opere migliori.

AfN: Ed è andata bene?

Georg Spielhaus: Si, sono abbastanza felice perchè c'è un incredibile impatto con la gente, reazioni davvero molto buone e anche il mercato non è male.

AfN: Tornerete a Londra?

Georg Spielhaus: Spero di si.

AfN: Qual è la vostra prossima destinazione?

Georg Spielhaus: Casa, il mio letto. E poi il prossimo anno la nostra prima fiera sarà ARCO.

AfN: ARCO a Madrid.

Georg Spielhaus: In febbraio, si.

AfN: Sig. Spielhaus, grazie per questa intervista.

www.spielhaus-morrison.com

  • ArtFacts.Net- il tuo fornitore di servizi nel mondo dell'arte

    Sin dal 2001, ArtFacts.Net™ ha sviluppato un sofisticato database attraverso la collaborazione con gallerie, musei, fiere d’arte ed associazioni di galleristi nazionali ed internazionali.