Language and login selector start
lingua
Deutsch
English
Español
Français
Italiano
Language and login selector end

SHCONTEMPORARY 2007 - L'ARTE CONTEMPORANEA FRA OCCIDENTE E ORIENTE


ShContemporary 2007

Una nuova fiera in terra cinese -dal 6 al 9 Settembre 2007- nel cuore vibrante di Shanghai, la "Parigi d'Oriente": ShContemporary 2007 verrà ospitata dallo Shanghai Exhibition Center, vestigia dell'architettura stalinista a cui le più avanzate tecnologie hanno conferito le infrastrutture necessarie ai più evoluti standard espositivi. Un'operazione ambita da molti (auspicata dallo stesso Lorenzo Rudolf ai tempi in cui-direttore di Art Basel- apriva la prima edizione di Art Basel Miami) ma complicata dal punto di vista organizzativo e politico. Ci è riuscito Luca Cordero di Montezemolo con Bolognafiere (anzi con la sua divisione internazionale Fairsystem International Exhibition Services) complici lo stesso Lorenzo Rudolf e il collezionista/gallerista svizzero Pierre Huber, noto "ricercatore" di talenti in Asia.

SHCONTEMPORARY 2007
Grande attesa per la prima "piattaforma globale" dell'Arte Contemporanea
Dal 6 al 9 Settembre 2007, 120 gallerie d'arte provenienti da ogni parte del mondo si danno appuntamento allo Shanghai Exhibition Center, invitate da Bologna Fiere, Lorenzo Rudolf e Pierre Huber. Dando vita a ShContemporary, i tre partner risponderanno per primi all'esigenza di una "verifica in loco" circa le potenzialità dei nuovi mercati asiatici nonché le figure dell'Arte Contemporanea capaci di sfidare gli artisti del mondo occidentale.

ShContemporary promette di aprire uno dei più importanti mercati dell'arte di domani non solo a gallerie e operatori del settore ma anche a collezionisti e giovani artisti, proponendosi come piattaforma di scambi culturali ed economici fra Occidente e Oriente. ShContemporary 2007 ha invitato all'appuntamento di settembre le migliori gallerie internazionali d'Occidente ad incontrare il meglio dei colleghi dell'Est "dalla Cina al Giappone, dall'India all'Australia". Il risultato darà vita a un vero e proprio match: le gallerie selezionate ad oggi sono 101, di cui 49 Asiatiche e 52 fra Europa, America e Sud America. Non mancheranno all'importante appuntamento naturalmente i collezionisti e galleristi che già da qualche tempo hanno aperto spazi e attività in Cina o in altri paesi asiatici. Basti pensare alla Galleria Continua fondata a San Gimignano da Mario Cristiani, Lorenzo Fiaschi e Maurizio Rigillo e attiva con una seconda sede a Pechino dal 2005 : fra le prime gallerie a proporre artisti europei come Daniel Buren accanto al cinese Chen Zhen, l'africano Pascale Marthine Tayou e il belga Berlinde De Bruyckere. O a Marella Gallery di Primo e Maria Rosa Marella, anch'essi pionieri del mercato cinese con artisti come Zhou Tiehai, He Sen, Li Wei accanto a Andrei Serrano o Luca Francescani…
Fra le gallerie italiane partecipanti anche BND (Milano), Giorgio Persano (Torino), Poggiali e Forconi (Firenze), Studio La Città (Verona), Galleria Marella (Milano).
Particolarmente attese le selezioni di Pierre Huber per "Best of Artists" e "Best of Discovery". I primi verranno in parte annunciati a Luglio 2007. La seconda selezione -una vera occasione per i collezionisti- verrà invece presentata solo a Shanghai.

ShContemporary, la nuova fiera realizzata dal gruppo Bologna Fiere in partnership con Lorenzo Rudolf, Direttore dell'evento, e Pierre Huber, alla Direzione artistica, in collaborazione con ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero e con il patrocinio del Ministero del Commercio Internazionale e della Regione Emilia-Romagna, è la risposta ormai necessaria e "responsabile" all'esplosiva crescita economica e artistica del continente Asiatico.

Le 121 gallerie invitate da ogni parte del mondo, selezionate sulla base di un progetto creato esclusivamente per la manifestazione, offriranno una visione d'insieme di ciò che può essere considerato oggi maggiormente interessante nella creatività contemporanea fra Occidente e Oriente, con un'attenzione e una qualità davvero speciali verso l'arte di ogni paese del continente asiatico. Mettendo in relazione le migliori gallerie asiatiche e un selezionato gruppo di gallerie europee e americane, nonché collezionisti e appassionati d'arte di ogni parte del mondo (in terra cinese, dove questo tipo di pubblico è in fortissima crescita) ShContemporary è destinata a fare da ponte fra Est e Ovest, supportando lo sviluppo culturale e artistico dei mercati asiatici. Accanto alla presentazione delle 121 gallerie, "Best of Discovery", uno speciale focus sulla creatività asiatica contemporanea, offrirà a visitatori e galleristi nuove appassionanti scoperte.

SHContemporary 2007

Un team internazionale

BolognaFiere Spa è una società fieristica leader in Europa. Presieduta da Luca Cordero di Montezemolo ha una consolidata esperienza nel settore dell'Arte, grazie a ARTEFIERA ART FIRST, la più importante manifestazione italiana (fra le maggiori in Europa) di Arte Moderna e Contemporanea. L'organizzazione in Cina di ShContemporary sarà diretta e coordinata dalla sede di BolognaFiere Spa a Shanghai (BF Chine Fairs). ShContemporary sarà organizzata con il patrocinio della Municipalità di Shanghai in collaborazione con due strutture operative dellastessa Municipalità : Shanghai CulturalDevelopment Foundation (SHCDF) e ShanghaiInternational Culture and Communication Association (SICCA). I contenuti di innovazione e qualità del progetto espositivo sono alla base del co-finanziamento di SHContemporary da parte del Ministero del Commercio Internazionale, dell'ICE - Istituto Commercio Estero- e della Regione Emilia-Romagna in base all'accordo per l'internazionalizzazione del sistema fieristico italiano".

Lorenzo A. Rudolf ha diretto Art Basel dal 1991 al 2000, trasformandola da fiera d'arte in evento leader del settore. Con l'ideazione e la direzione di ArtBasel a Miami Beach Rudolf aveva iniziato un progetto di internazionalizzazione che prevedeva in origine anche l'edizione cinese, oggi realizzata insieme BolognaFiere.

Titolare della prestigiosa Galleria d'arte moderna e contemporanea Art&Public di Ginevra Pierre Huber è uno dei protagonisti indiscussi del mercato internazionale dell'arte. Collezionista e scopritore di nuovi talenti artistici è da tempo noto proprio per il suo personale impegno a sostegno di giovani artisti asiatici. Negli anni Novanta, Pierre Huber ha partecipato al Comitato strategico di Art Basel,sviluppando con Lorenzo A. Rudolf, un nuovo concept di fiera ed una strategia di sviluppo che si è dimostrata vincente.

Pierre Huber, il curatore della speciale area "Best of Discovery" ha viaggiato per un anno in tutta l'Asia, visitando atelier di artisti, gallerie, nuovi musei guidato da colleghi e artisti locali collezionisti, critici d'arte; ha raccolto immagini e dato vita a un inventario di ciò che di più creativo ed originale ha potuto osservare. Il risultato, accuratamente selezionato è raccolto in "Best of Discovery": 20 progetti di grande interesse realizzati da artisti asiatici sconosciuti, un osservatorio sui trend che attraversa ogni generazione e ogni stile.

Un nuovo progetto di collaborazione con case d'aste
"Il mercato dell'arte e lo scenario internazionale in questo settore sono in rapida evoluzione, e sono molto cambiati negli ultimi anni", sottolinea Lorenzo Rudolf, Direttore di ShContemporary. "Sono emerse nuove forme di comunicazione dell'arte, spesso al di fuori dei normali circuiti o delle gallerie, così come strutture o soggetti nati da accordi fra gallerie fino a dieci anni fa impensabili; gallerie acquisite da case d'asta, collezionisti che hanno dato vita a veri e propri musei, artisti che lavorano direttamente con case d'asta, collezionisti proprietari di case d'asta. La separazione fra gallerie, collezionisti, case d'asta, artisti è sempre meno attuale e significativa…Ad eccezione che per le fiere internazionali che tengono ancora molto a un quadro del mercato dell'arte ormai fermo agli inizi degli anni '90".

ShContemporary sarà la prima fiera d'arte internazionale a lasciare spazio alle case d'asta, riflettendo gli sviluppi del mercato e volendo riappropriarsi di un ruolo di osservatorio e piattaforma sugli scenari internazionali dell'arte contemporanea.Artcurial di Parigi, Phillips de Pury di New York e Londra, nonché due case d'asta cinesi, Jade e Poly, saranno partner e sponsor di questa iniziativa a ShContemporary con una propria "lounge" in fiera.

Artisti presentati nella Sezione "Best of Artists" a cura di Pierre Huber: "Best of Artists" presenta artisti la cui visione e gli stessi contenuti delle loro opere hanno un impatto a moi giudizio 'storico', benché il loro lavoro si situi in una dimensione ben diversa da quella dei 'best-sellers' del momento".

www.shcontemporary.info

  • ArtFacts.Net- il tuo fornitore di servizi nel mondo dell'arte

    Sin dal 2001, ArtFacts.Net™ ha sviluppato un sofisticato database attraverso la collaborazione con gallerie, musei, fiere d’arte ed associazioni di galleristi nazionali ed internazionali.