Language and login selector start
lingua
Deutsch
English
Español
Français
Italiano
Language and login selector end

Mostra personali: Guido Paravicini - Slacklining (terminata)

22 Settembre 2011 fino al 16 Ottobre 2011
 
 
www.officinedellimmagine.com Officine dell'Immagine

Officine dell'Immagine
Via Atto Vannucci 13
20135 Milano
Italia (mappa della città)

Inviare E-mail
tel +39 02 91638758
www.officinedellimmagine.com


Anche nella nuova stagione espositiva 2011-12 prosegue alle Officine dell'Immagine la serie di esposizioni personali di giovani artisti dalle tematiche differenti, ma legati da un filo conduttore che è il linguaggio sperimentale e la forte individualità. Lo spazio espositivo ospiterà dal 22 settembre al 16 ottobre 2011 le opere di Guido Paravicini (Morbegno, SO, 1976).

La mostra, curata da Andrea Lacarpia, raccoglie circa venti opere nelle quali abbondanti strati di pittura vanno a creare superfici vibranti sia per il cromatismo che per l'aspetto tattile. I dipinti sono stati eseguiti con differenti tecniche pittoriche, utilizzando smalti, vinilici e silicone. Le opere si possono suddividere in tre categorie: gli spatolati, nei quali il colore è steso ortogonalmente con la spatola, i melted, dove Paravicini ottiene dei particolari effetti materici unendo materiali differenti, e i planisferi, che si differenziano dal resto delle opere perché presentano al loro interno la riproduzione del planisfero terrestre, immagine figurativa fortemente comunicativa. In tutte le opere compaiono delle linee eseguite con il dripping rettilineo, speciale tecnica messa a punto dall'artista per ottenere delle linee perfettamente diritte mantenendo la spontaneità tipica del dripping. Ed è proprio questa ricerca di equilibrio tra vivace spontaneità del gesto e controllo razionale del mezzo pittorico a contraddistinguere la ricerca di Paravicini: una pittura ottenuta con concentrazione e coraggio, come sta ad indicare la parola Slacklining, utilizzata come titolo della mostra, ripresa dall'esercizio del funambolo che cammina sulla corda tesa tra due punti di ancoraggio. Oltre ai dipinti su tela, sarà presentata un'installazione composta dal tavolo e dai materiali da lavoro utilizzati dall'artista negli ultimi anni, andando a ricreare in galleria la poesia dello spazio in cui l'artista produce le proprie opere.

  • ArtFacts.Net- il tuo fornitore di servizi nel mondo dell'arte

    Sin dal 2001, ArtFacts.Net™ ha sviluppato un sofisticato database attraverso la collaborazione con gallerie, musei, fiere d’arte ed associazioni di galleristi nazionali ed internazionali.